Expo e Parco sud: intervista al sindaco di Rozzano

  1. D: In aria di Expo 2015, sono previsti interventi sul territorio di Rozzano, quali la costruzione di infrastrutture o grandi edifici?
    R: C’è un’impresa interessata a sviluppare un’area al di là del naviglio. Si sono confrontati con noi in comune ma non abbiamo mai approfondito più di tanto la questione. Allo stato attuale non ci sono ipotesi ben chiare ma non c’è da escludere la possibilità di costruire un alto edificio. Tuttavia, ripeto, siamo in una fase molto interlocutoria.
  2. D: Uno dei punti forti della nostra città è proprio il verde. Bisognerà quindi proteggerlo.
    R: Vogliamo ovviamente tutelare il verde. Resta il fatto che ci sono delle proprietà sviluppabili in mano ai privati. Troveremo un accordo per evitare che diventi un operazione molto pesante dal punto di vista dell’edificazione e per far sì che si vada verso uno sviluppo compatibile e soprattutto rispettoso del verde e dell’ambiente.
  3. D: Per quanto riguarda il naviglio, si può pensare di renderlo di nuovo navigabile in previsione dell’Expo?
    R: In realtà il nostro naviglio è navigabile attualmente ma non è utilizzato come via di trasporto. Ad esempio il Naviglio Grande che interessa le aree di Corsico e Gaggiano è utilizzato dal punto di vista turistico. Comunque il nostro Naviglio è dotato di tutte le predisposizioni che consentirebbero la navigazione. Certo è che questa è stata una grande opera pensata da Leonardo e quindi di una valenza importantissima e sarebbe bello pensare ad un trasporto in grado di utilizzare di nuovo il canale. D’altronde mi rendo conto che oramai il flusso di merci che attraversa i nostri territori è talmente grande che forse il nostro Naviglio non sarebbe in grado di sopportarlo.
  4. D: Secondo Lei, quali svolte sociali ed economiche ci potrebbero essere nel Parco Sud grazie all’Expo 2015?
    R: Il Parco Sud va tutelato innanzitutto. È un ampio territorio in cui ci sono più di sessantun comuni e sono comprese alcune porzioni di Rozzano, aree che siamo intenzionati a difendere dalla speculazione anche edilizia. Nello specifico però penso che quel territorio possa essere valorizzato: ad esempio ci sono attività di agriturismo e altre di questo tipo che, sviluppandole, possono garantire anche occupazione e migliorare la qualità della vita dei nostri cittadini pur essendo attività compatibili con l’ambiente. E’ una grande opportunità.

Il sindaco non ha rivisto il testo dell’intervista.

Lorenzo Farina – Tommaso Santagostino

2 commenti su “Expo e Parco sud: intervista al sindaco di Rozzano”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.