Archivi categoria: Successi

Un premio meritato!

Giovanni Preda, studente della 4a B del nostro Istituto Agrario, è tra i vincitori del concorso organizzato da Cusmibio: Una settimana da ricercatore 2013.
Giovanni è il decimo classificato su 312 partecipanti provenienti da tutta l’Italia.
È stato premiato il 6 giugno 2013 nella sala di rappresentanza dell’Università Statale in via Festa del Perdono alla presenza di varie autorità.
Vince una settimana da ricercatore presso l’Università e alla possibilità di partecipare a un convegno a Venezia.

Grazie, Giovanni!

Giovanni Preda mostra l'attestato ricevuto
Giovanni Preda mostra l’attestato ricevuto

Innovation & Creativity Challenge

Il 6 e 7 aprile presso la sede di ABB Italia a Sesto San Giovanni si è tenuta la terza edizione dell’Innovation & Creativity Challenge, tale evento è stato organizzato dalla Junior Achievement Italia.

In queste due giornate 90 giovani provenienti da 12 Istituti Superiori di Lombardia ed Emilia Romagna hanno lavorato per poter soddisfare le richieste del business challenge ovvero quello di integrare e sviluppare nuovi strumenti e piattaforme basate sulla tecnologia web 2.0 per promuovere una comunicazione multi-direzionale con due target specifici: i giovani neo laureati e diplomati e gli installatori di sistemi domotici.

Sul gradino più alto il progetto ABB 2.0 Future and Assistance, una piattaforma web 2.0 dedicata ai giovani e ai partner aziendali; un unico canale di business ma con sezioni specifiche per accedere all’azienda e alle selezioni di personale in modo non convenzionale, e per dare e ottenere informazioni e assistenza sui prodotti.

Premiati anche Imagine your future house, una casa domotica in progress da sperimentare e vivere in ambiente virtuale, commentando e progettando possibili nuove evoluzioni, e ABB Future, un sito dedicato ai giovani e ai professionisti di domotica per lo scambio di idee, concorsi e la promozione delle proprie attività.

I tre vincitori del Calvino (Matteo Cuttini 3aD I.T.C. Lorenza Pantusa 3aA I.T.C. e Rejdon Kopo 4aB I.T.C.), dopo un colloquio in lingua inglese saranno chiamati a rappresentare l’Italia all’European Innovation & Creativity Challenge che si terrà a Bruxelles dal 18 al 20 maggio.

Grossa è stata la soddisfazione dei 3 studenti e delle 2 docenti Paola Ventura ed Elvira Bonuso che hanno dato il loro impegno per poter far partecipare i ben 40 ragazzi della nostra scuola al contest.

Ora vorrei porgere i miei complimenti anche ai gruppi non vincitori per il loro impegno… COMPLIMENTI RAGAZZI!!!!

Matteo Cuttini

Learning week. Le foto della presentazione

Selezionare le foto è sempre difficile… e trapela una certa soddisfazione in alcune foto che è difficile censurare per una semplice ragione di qualità estetica dell’immagine.

Così avrei scelto la soluzione ALBUM ONLINE.

Qui poche immagini di testimonianza dei vari gruppi di studenti con sullo sfondo la proiezione della loro presentazione aziendale.

Calvino-Rozzano-Learning-Week

il gruppo di partecipanti al completo, docenti ed eperti ALA ONLUS inclusi.

Azienda 4Ever, Wedding Planners. L. Ruberto, S. Serangeli, D. Savarino, L. Spelta

Azienda Dal Mattarello. Cchiu pasta pe’ tutti! S. Maiorana, M. Cuttini, D. Condemi, L. Cinqunta

Azienda Even Ti Amo. Wedding Planners. E. Casanova, G. Chiarello, F. D’Agnese, R. Digori, M. Ottoboni

Azienda Game Over. Videogames. S. Brignoli, L. Maiorano, R. Mari, L. Martino

Azienda SinEasy. Abbigliamento per i giovani. I. Fioricelli, S. Battaglia, K. Volokh, V. Sinisi, E. Barko

Azienda Break Point. Distributori automatici. T. Botti, A. R. De Crescenzo, A. Areniello, L. Catasta

 

 

Learning week. Tiriamo le somme

qui mi trovo in veste di prof. simpatizzante.
Intendo dire: non ho meriti ma solo ammirazion-i per il bel lavoro portato avanti nelle terze classi dell’ITC.

Come sempre si dimostra, lavorare per progetto è entusiasmante.

Per i professori, che vedono fiorire interventi inattesi, atteggiamenti nuovi, entusiasmi a volte lungamente attesi.

Per gli studenti, che vedono ribaltato il palcoscenico. Sono loro in prima linea a determinare il successo di quello che si studia e si progetta insieme.

Tutto questo sarà possibile vederlo domani alle 11.15 in auditorium.
Non tutto, certo. Sarebbe stato necessario far parte dei vari gruppi di lavoro per capire come si sviluppano queste dinamiche educative.
Per due settimane, tutti i giorni dopo scuola, un gruppo di studenti delle varie classi si sono visti catapultare in un mondo adulto fatto di orari prolungati, sforzi comuni, confronti paritari sulla validità delle idee e sul come portarle avanti con responsabilità. L’affiancamento di alcuni docenti con esperti esterni della scuola – in questo caso della ONLUS ALA del Sud di Milano – è servita a far capire che i ragionamenti a scuola sono validi e sono proprio quelli che servono usciti da questo ‘dorato’ periodo di formazione.

Mi spiace tantissimo non poter essere tra i genitori e i docenti che domani assisteranno alla presentazione delle future aziende che i nostri ragazzi hanno ideato.
Faccio a tutti gli auguri. Nessuna bella idea ha successo senza una valida presentazione, ovviamente!

MATh.en.JEANS

La grande avventura di “MATh.en.JEANS” si è conclusa.

“MATh.en.JEANS” è l’acronimo di “Méthode d’Apprentissage des Théories mathématiques en Jumelant des Établissements pour une Approche Nouvelle du Savoir” che in italiano si può tradurre come “Metodo di apprendimento delle Teorie matematiche attraverso il gemellaggio degli istituti scolastici per un approccio nuovo al sapere”.

Gli studenti dell’I.I.S. “Italo Calvino” sono stati coinvolti nei seguenti tre temi di ricerca :

  • ’Poligoni di Reuleaux’ (classi 3A-3C-4C liceo Rozzano e 3E-4E liceo Noverasco), seguiti nel percorso da Andrea Montoli, dottorando presso il Dipartimento di Matematica “F. Enriques”
  • ‘Poliedri uniformi e no’ (classi 3E-4E liceo Noverasco, 1B-2A-3D liceo e 2C I.T.C. Rozzano ), seguiti nel percorso da Alessandro Cattaneo, ricercatore junior presso il Centro “matematita”
  • ‘Circonferenze e sfere’ (classi 4A-4D-5D liceo Rozzano), seguiti nel percorso da Alice Garbagnati, assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Matematica “F. Enriques”.

Lavorando come è stato proposto dai ricercatori, per lanciarsi nello studio di un problema, non è stato necessario possedere “prima” tutti gli strumenti per risolvere la questione.

Certezze e risposte hanno ceduto il posto al dubbio e alla discussione.

Lungi dall’essere riservato ad una élite, il progetto è stato rivolto a tutti.

Attraverso la rappresentazione, la formulazione, il dibattito e la critica l’attività ha aiutato ad acquisire conoscenze e a valorizzare le capacità creative.

I laboratori di “MATh.en.JEANS” hanno creato per gli allievi, compresi quelli meno motivati o quelli che sono scolasticamente più deboli, un luogo di scoperta, di creatività e d’investimento possibile e un ambiente che ha incoraggiato e valorizzato le loro iniziative.

E, non ultimo, questo progetto ha consentito di acquisire “un metodo” di avvio alla ricerca …

Fare della ricerca matematica è un modo per scoprire la matematica in modo diverso, dall’interno.

Sabato 24 aprile presso il Dipartimento di Matematica dell’università di Milano si è svolto il convegno conclusivo nel corso del quale è avvenuta la presentazione “ufficiale” dei risultati a cui sono pervenuti i ragazzi.

Gli studenti che hanno partecipato a MATh.en.JEANS con il tema di ricerca dal titolo ‘Poligoni di Reuleaux’ sono stati invitati a presentarlo a Mirabilandia in occasione delle gare di matematica organizzate da Kangourou i giorni 9-10-11 maggio 2010.

i giovani matematici del Calvino a Mirabilandia

mathenjeans la galleria fotografica
breve descrizione fotografia
1 mattina presto in metrò 1 mattina presto in metrò
2 comincia la nostra giornata… comincia la nostra giornata
3 allestimento banchetto allestimento banchetto
4 Le nostre creazioni 4 Le nostre creazioni
5 le nostre creazioni 5 le nostre creazioni
6 il nostro cartellone 6 il nostro cartellone
7 Colleoni e Refrigeri 7 Colleoni e Refrigeri
8 Le nostre ragazze 8 Le nostre ragazze
9 La Gualazzini testa la nostra preparazione 9 La Gualazzini testa la nostra preparazione
10 La Gualazzini è felice 10 La Gualazzini felice
11 Siamo pronti 11 Siamo pronti
12 La seconda A 12 La seconda A
13 Serena Salvi si prepara al gran momento 13 Serena Salvi si prepara al gran momento
14 Serena 14 serena
15 Il gruppo si riunisce prima della presentazione 15 Il gruppo si riunisce prima della presentazione
16 Il pubblico arriva 16 Il pubblico arriva
17 Iniziamo la nostra esposizione 17 Iniziamo la nostra esposizione
18 esposizione parte 1 18 esposizione parte 1
19 esposizione parte 2 19 esposizione parte 2
20 esposizione parte 3 20 esposizione parte 3
21 esposizione parte 4 21 esposizione parte 4
22 esposizione parte 5 22 esposizione parte 5
23 esposizione parte 6 23 esposizione parte 6
24 esposizione parte 7 24 esposizione parte 7
25 esposizione parte 8
26 esposizione parte 9 26 esposizione parte 9
27 esposizione parte 10 27 esposizione parte 10
28 esposizione parte 11 28 esposizione parte 11
29 esposizione parte 12 29 esposizione parte 12
30 I nostri compagni della sezione di Istituto Agrario 30 I nostri compagni della sezione di Istituto Agrario
31 I nostri avversari del San Carlo 31 I nostri avversari del San Carlo
32 Francesca espone 32 Francesca espone

ancora sulla vittoria al contest Nokia

…tanto per gloriarci ancora per un’ultima volta!

Una competizione di 24 ore in cui 100 studenti degli ultimi anni della scuola superiore, in gruppo, sviluppano le loro soluzioni a un business challenge. La prima edizione si è tenuta a Milano il 19 e 20 novembre 2009 con la collaborazione di Nokia.
http://www.junioritalia.org/pagine/innovation.aspx
Nel video, rilasciato da qualche giorno da parte di Junior Achievement, organizzatrice del work shop NOKIA, appare finalmente anche l’immagine del nostro vincitore assoluto: Niccolò Sala della 5a ITC.

nokia_estratto da video

L’ITC vince al laboratorio di creatività della Nokia

INNOVATION CAMP
STUDENTI SVILUPPANO SOLUZIONI DI BUSINESS
Prima edizione – Milano, 19 e 20 novembre 2009

tra i partecipanti: Giuseppina D'Angelo, Elena Bignami, Mario Papa, Luca Battipaglia, Claudia Gurzì e Giulia Bufo. Al centro la Prof.ssa Paola Ventura

tra i partecipanti: Giuseppina D’Angelo, Elena Bignami, Mario Papa, Luca Battipaglia, Claudia Gurzì e Giulia Bufo. Al centro la Prof.ssa Paola Ventura; dietro la macchina fotografica proprio il vincitore assoluto, Niccolò Sala.

La nostra scuola ha raccolto il massimo successo all’Innovation Camp, l’iniziativa di educazione imprenditoriale sviluppata da Junior Achievement Italia, in collaborazione con Nokia e rivolta agli studenti degli ultimi anni della scuola superiore.
Con questa iniziativa gli organizzatori hanno partecipato alle celebrazioni per l’Anno Europeo della Creatività e dell’Innovazione e della Global Entrepreneurship Week.
La partecipazione gratuita e a numero chiuso ha visto la presenza di 100 studenti milanesi dai 18 ai 20 anni ad un campus di 2 giorni.

Obiettivo: valorizzare la creatività, il teamworking e le capacità innovative.
Modalità: attraverso l’analisi e la risoluzione di un caso aziendale reale e accompagnati e consigliati da manager, trainer e docenti universitari, i partecipanti si avvicinano al mondo del business apprendendo tecniche e strumenti di lavoro tipici delle moderne organizzazioni.
Partecipanti: (5A ITC) Battipaglia, Bignami, Bufo, D’Angelo, Joita, Gurzì, Larovere, Ometti, Papa, Sala, Sironi.

La giuria ha selezionato 6 squadre finaliste in cui erano presenti quattro degli undici studenti della 5A designati dal Consiglio di Classe. Niccolò Sala ha vinto con la sua squadra il primo premio che consiste nella possibilità di partecipare all’European Innovation Camp in programma a Bruxelles nel maggio 2010. La sua proposta: un cellulare che ha la possibilità di proiettare le informazioni riguardanti una città futuribile interamente connessa in modalità wireless.
Tra i finalisti altri 3 nostri studenti: Alessandra Ometti, Claudia Gurzì, Giuseppina D’Angelo.

Oltre a divertirsi moltissimo, i nostri ragazzi hanno apprezzato la qualità degli interventi dei docenti e degli imprenditori e soprattutto la capacità di questi ultimi di insegnare loro il valore del lavoro di gruppo e le modalità per affrontare in modo creativo ed efficace i problemi aziendali e la progettualità delle nuove idee.
La prof.ssa di Economia Aziendale, Paola Ventura si dimostra ancora una volta importante figura di riferimento per una didattica fortemente integrata con il mondo del lavoro. Il suo commento:
“Sono convinta che si impara mille volte di più in due giorni così. Lo dimostrano le facce illuminate dei miei ragazzi”.
Consigliamo a tutti di partecipare alle prossime edizioni e di tenere sotto controllo le iniziative promosse dall’agenzia organizzatrice consultando il sito di Junior Achievement.

<small>small>Mario Papa, Alberto Sironi, Luca Battipaglia, Emilio Larovere, Giulia Bufo</small>

Mario Papa, Alberto Sironi, Luca Battipaglia, Emilio Larovere, Giulia Bufo (il fotografo è sempre Sala. Chi ci gira una sua immagine?)

Innovation Camp Nokia: in aula

In aula magna: workshop in progress