Tutti gli articoli di Giuso

Godiamoci il petrolio: tutto il resto è Sinistra

Disteso, a quattro mani come un lenzuolo, il soffitto che precipita solido dal cielo, invece d’agitarsi soffocante fra l’erba alta e cieca, si dilata dissolto e cremoso fra seme e seme della spiga della campagna notturna:
enorme posacenere al fianco del ruscello.

Continua la lettura di Godiamoci il petrolio: tutto il resto è Sinistra

Elevata prosa d’amore

Sono settimane che subisco la tensione del nerbo contro lo sfòcio dei sospiri, al ricordo della spuma di cielo che riempì la stanza di blu di Prussia; nella quale, avvolti dal manto slavato, disfacevamo il gomitolo degli intrecci profondi fino a toccarti i brividi che irruvidivano la schiena, ora nuda.

Continua la lettura di Elevata prosa d’amore

Non sono stati i faraoni a costruire le piramidi

La Giustizia

Ore 15.15. Gheddafi parla alla televisione di stato. Libia. Nord dell’Africa. Vicino ai due punti sfocati alla lente dei potenti; ologramma destabilizzato dal vento della Tunisia; speranza, senz’occhio al fine. Una sguardo innamorato ad una lezione del publo unido che mai sarà vinto. ”Due miserie dentro lo stesso uomo’ diceva Giorgio. Qualcuno sogna ancora tuffandosi dalle curve sicule.
Che sia sogno; speculazione.
Che i due punti sfocati in realtà siano chiarissimi alle menti che sotto chilometri di terra giocano a dadi e a maggese con la libertà. Andreottianamachiavelliana concezione liberale della stabilità.

E’ dal ’67 che Gheddafi.
E’ dal ’67 che è stato eletto.
E’ dal ’67 che Gheddafi si è preoccupato di essere garante della libertà dei suoi con. Dei suoi cittadini.
Ha lavorato perché fin dall’inizio le scelte appartenessero al popolo. Oggi pomeriggio ordina ad ogni famiglia di riportare i loro figli drogati, giostrati da Bin Laden, a casa. “Sono dei drogati! I figli sbagliano. Il mio governo è dalla parte del giusto. Il mio governo rispetta le leggi di Dio.”
Che sia una vergogna lo ripete tante volte. Insieme alle sillabe di ‘droga’ e ‘Osama Bin Laden’. La responsabilità di quello che sta accadendo è solo vostra. Vostra: libici drogati.

Intanto in Occidente fra un sorriso di Obama e un grido della nostra classe dirigente si parla di stagflazione. Il superamento dei 220 dollari a barile di petrolio e la stagnazione dell’economia mondiale.

Qualche settimana fa, il presidente degli Stati Uniti d’America aveva incollato i nostri occhietti alla televisione, quando ci aveva rivelato che in Egitto si stesse facendo la Storia.